Se non sai come iniziare a scrivere la tesi, forse hai questo problema

Questo articolo è stato pubblicato originariamente per gli iscritti al corso su Come trovare un solido argomento di tesi.

i primi studenti iscritti a Tesi Hack stanno completando il percorso che ho proposto in preparazione alla tesi di laurea.

Oltre a loro, le lezioni sono servite a me per capire ancora meglio i problemi che deve affrontare un laureando.

Confrontandomi con gli studenti iscritti, è emerso che il problema più grande è la difficoltà nella scelta dell’argomento.

Guarda questi screenshot:

Ho tre argomento che mi piacciono ma non so su quale basi scegliere
Non ho deciso che argomento trattare
Non so su che basi scegliere un argomento

In realtà ci sono anche altri problemi oltre alla scelta dell’argomento:

Non so assolutamente come iniziare
Non conosco le cose importanti da scrivere

Il punto però che voglio comunicarti è che anche i problemi legati alla scrittura, alla mancanza di voglia, o alla confusione su come partire, siano in realtà legati alla mancanza di un argomento chiaro.

Se uno ha capito che argomento vuole approfondire con la tesi, poi il percorso è tutto più definito, la confusione lascia spazio alla chiarezza e la scrittura di tesi diventa un piacere (o quasi…).

Se invece l’argomento di tesi resta nella vaghezza, uno può anche essere il miglior scrittore del mondo, ma non avrà poi molti contenuti approfonditi da comunicare, e resterà sempre dubbioso su cosa scrivere.

Purtroppo era capitato a me nella mia prima tesi vent’anni fa, e lo vedo accadere continuamente con gli studenti che si rivolgono a me per un aiuto (e ora aggiungo che accade anche agli studenti di Tesi Hack).

Un’altra cosa a sostegno del fatto che la scelta dell’argomento è fondamentale. Adesso non ti voglio più parlare dei benefici per la scrittura, ma dei benefici legati alle fonti.

Capire di cosa si vuole parlare, permette di fare una ricerca bibliografica molto meno vaga e molto più mirata.

Questo risolve un problema grosso, ovvero l’overload informativo. In pratica per la prima volta nella storia dell’uomo non abbiamo più il problema di non avere accesso alle fonti. No, adesso abbiamo il problema inverso, ovvero che abbiamo troppe informazioni.

Più che cercare come ottenere le informazioni, ora dobbiamo capire come selezionare le fonti.

E guarda un po’?! La scelta dell’argomento vincente funziona proprio come una bussola: ci dà la direzione giusta nel mare delle informazioni.

Intanto che il primo gruppo di studenti finisce il percorso Tesi Hack, ho preparato un mini-corso gratuito via email proprio sulla scelta dell’argomento. Ho deciso di far “parlare” Umberto Eco, con la sua decennale esperienza come docente universitario.

Eco ha scritto un libro ormai leggendario “Come si fa una tesi di laurea”. Ebbene, in questo piccolo gioiello ci sono alcune parti molto interessanti su come scegliere un argomento per la tesi.

Il mini-corso gratuito sono queste lezioni prese dal libro di Eco e riassunte da me. Ci aggiungo anche considerazioni personali basate sulla mia esperienza nel ramo della didattica e come esperto in Media Education).

Se ti interessano queste mini-lezioni, vai sulla pagina di presentazione Come trovare un solido argomento di tesi (grazie ai consigli di Umberto Eco)

Un saluto!
Leonardo Bugada

P.S.

Se vuoi rendermi partecipe delle TUE problematiche relative alla tesi, ti basta inviarci un messaggio dalla pagina contatti o compilare il sondaggio anonimo.

Magari hai un punto di vista che non ho calcolato nei miei contenuti di aiuto per i laureandi, ma che potrebbe tornare utile anche ad altri nella tua stessa situazione.

Non si può mai sapere quanti hanno il nostro stesso problema finchè non si comunica apertamente.

Carrello
Torna in alto